ETF: Cosa sono?

ETF

Cosa sono gli ETF? Gli ETF (Exchange Traded Fund) sono fondi indicizzati che replicano un indice come FTSE MIB e vengono negoziati come Azioni.

Gli ETF sono simili ai Fondi, con il vantaggio di essere gestiti come Azioni. Se uno volesse investire su più titoli dovrebbe comprare azioni per ogni titolo che vuole gestire, ma spesso alcune azioni possono costare anche oltre 1000 Euro e quindi è facile intuire che serve un capitale sostanzioso per diversi titoli. Qui entra in gioco il Fondo che investono su più titoli azionari (spesso su settori specifici tipo immobiliare, automobilistico, energia, ecc) e noi quindi diamo in gestione a loro i soldi che si occupano di gestirli al meglio (o almeno l’intento è quello). Gli ETF lavorano in modo simile ai Fondi, ma hanno 2 vantaggi importanti, il primo il costo di gestione, i fondi spesso arrivano anche ad avere un costo del 2-3%, che non è poco, gli ETF non superano 1% e spesso stanno sullo 0,30-0,50%. Altro vantaggio è che un fondo non viene venduto subito, ma una volta disposta la vendita passano 2-3 giorni lavorativi, l’ETF invece lavora come le azioni la vendita è immediata.

Gli ETF vi permettono di investire sia su Azioni che Obbligazioni (se non sapete cosa sono vedete il nostro articolo Strumenti Finanziari) e di avere la possibilità di scegliere in base a un settore (esempio automobilistico, energia, immobiliare, ecc) o al dividendo (esempio a distribuzione o accumulo). Un vantaggio di investire sugli ETF come sui Fondi è che avendo un paniere di titoli, difficilmente avrete perdite grosse se un titolo va male perché si compensa con gli altri limitando così le perdite. I guadagni possono essere minori rispetto all’investire su un singolo titolo che va bene, ma d’altra parte anche il rischio di perdere è minore. Inoltre sia per gli ETF che per i Fondi chi si occupa del loro investimento ha tutto l’interesse di puntare sui titoli migliori e che rendono meglio senza che siamo noi a doverci occupare di ciò.

Come scegliere i migliori ETF?

Un sito che vi consiglio per scegliere i migliori ETF è JustETF, l’ho usato varie volte per scegliere gli ETF con i migliori dividendi, e vi fornisce molte info il tutto in modo gratuito. vediamo come funziona.

ETF la Ricerca

Qui sotto possiamo vedere un esempio di Ricerca, con titoli Obbligazionari con Distribuzione dei dividendi, la dimensione del fondo superiore a 500 mln (più il fondo è grosso più il rischio che vada male è basso).

Ricerca JustETF

ETF: Il Titolo Scelto

Qui sotto il Titolo Scelto, importante sono le zone evidenziate in Rosso. In alto il codice ISIN ( IE00B5M4WH52 ) per poterlo ricercare, il Prezzo Attuale(55,08 Euro ), il Rischio (8.845 mln zona verde basso rischio), i Costi con indicatore TER (0,50%, l’indicatore TER è un indicatore Sintetico che racchiude varie spese di gestione e mantenimento del titolo) e infine la politica di distribuzione e la frequenza (in questo caso Semestrale).

ETF: il Dividendo

Nella sezione Dividendo del titolo scelto vediamo alcune info utili evidenziate in Rosso. In particolare il dividendo degli ultimi 12 Mesi ( 2,88 Euro) i dividendi degli ultimi anni e anche la sua relativa distribuzione per mese. Considerando che il valore attuale del titolo è di 55,08 Euro e il rendimento del dividendo è di 2,88 Euro, il suo rendimento in percentuale è (2,88/50,08)*100 = 5,75%, a questo va tolto il 0,50% dei costi TER nel complesso rende un 5,25% Lordo (tassazione esclusa) un buon rendimento.

ETF: Scelta

Abbiamo visto come cercare un ETF, come vedere le info più interessanti, come vedere il rendimento dell’ETF e come calcolare il rendimento in Percentuale. La scelta potrebbe ricadere su un ETF solo Azionario, perchè sono quelli che rendono di più, uno solo obbligazionario che danno un buon rendimento a basso rischio e uno misto. Possibilmente nelle tre tipologie scegliere anche settori differenti, esempio Energia, Materie Prime Paesi Emergenti, ecc.. Non puntare mai tutto il capitale su un solo ETF, per quanto siano abbastanza sicuri e affidabili il rischio di perdere c’è sempre e quindi è sempre meglio diversificare.

Conclusione

Se non si vuole attivare la versione Premium a pagamento, quello da fare è quello che abbiamo illustrato, ossia ricercare uno o più titoli, vedere il suo prezzo, il rischio e il suo rendimento del dividendo e prendere solo quelli con un buon rendimento solitamente puntare da un 4% in su. Consiglio di non puntare il vostro capitale Solo su un ETF, ma di diversificare sempre su almeno 2-3 ETF, se il capitale è sostanzioso anche 4 ETF diversi